Facebook, Twitter e gli italiani

Image representing Twitter as depicted in Crun...

Image via CrunchBase

Image representing Facebook as depicted in Cru...

Image via CrunchBase

Qualche considerazione d’obbligo al debutto in borsa del colosso di Mark Zuckerberg e al successivo plateale perdita di circa il 20% della quotazione di collocamento iniziale delle azioni. Beh, che dire, un bel flop per Facebook Spa.

Per molti versi, almeno per quanto possa aver analizzato io a priori, non c’è da stupirsene troppo. Il prezzo di collocamento era stato gonfiato artificialmente. Per dolo? Può anche darsi. Più probabilmente perché negli stessi USA non si ha ancora molto chiaro cosa significhi davvero l’applicazione in questione e quanto realmente possa valere in sé e per sé, a prescindere dall’utilizzo straordinario che se ne fa a livello commerciale.

Certo è che Facebook ha cambiato radicalmente il modo in cui ci approcciamo ad internet, facendoci passare d’un botto dalle farraginose pagine web al contesto dinamico dei micrositi.

Altro punto, tutto sommato, interessante da indagare è che negli USA Facebook è ancora, a livello di utenti, dietro Twitter. Qui da noi, la tendenza sembra ancora essere quella opposta.

A fronte di pochi utenti di Twitter, la massa, una massa informe e variegatissima, continua ad usare Facebook e lo fa – io per primo – in modo improprio (ad esempio, io ribalto su Facebook e su Twitter i post di questo e di altri blog a cui mi dedico periodicamente).

Facebook dovrebbe essere uno strumento di microblogging, Twitter dovrebbe esasperarne la concisione, in virtù delle limitazioni nel numerodi caratteri per cinguettio.

Per questo motivo, Twitter presuppone una presenza attiva e costante online. Facebook no.

L’impressione, insomma, è che la presenza online di noi italiani non sia ancora costante, nonostante i boom di smartphone e tablet.

Siamo ancora indietro? In realtà c’è anche un fattore culturale, credo: gli italiani sono prolissi, si perdono in chiacchere molto spesso e sono poco pragmatici, nel complesso, soprattutto nella lingua scritta. Forse va considerata anche questa

attenuante.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...